LA PRO LOCO

Presente ormai sul territorio da circa 20 anni, l’associazione culturale “Pro Loco” San Donato in Poggio ha sempre svolto un lavoro di promozione e valorizzazione del paese. E’ nata ufficialmente nel 1982 per volontà di un gruppo di persone interessate a continuare le tradizioni folkloristiche del paese di San Donato in Poggio, luogo reso famoso nel Chianti dalla festa della “Bruscellata”. Questa si svolgeva durante l’ultima settimana di Giugno, ogni anno, ed aveva come suo climax la recita in versi cantati di famose opere (come la Pia de’ Tolomei) in vernacolo toscano, ambientate nel contesto medievale del centro storico. Nell’ultimo giorno di festa si correva il Palio dei Ciuchi, divertentissima gara e parodia del vicino palio senese, nonché sfida molto sentita dagli abitanti di San Donato divisi nelle rispettive contrade. La settimana di festa offriva al visitatore molte cose: mostre di pittura, di ricami, di artigianato locale, uno stand gastronomico sempre aperto, la sfilata in costume d’epoca delle damigelle e delle coppie delle diverse contrade in ambientazione rinascimentale e l’attesissimo palio. L’allora gruppo che costituiva la Pro Loco lavorò moltissimo alla stesura e alla pubblicazione di tre opere sulla storia medievale del borgo, a cui parteciparono anche illustri docenti dell’Università di Firenze e il Centro Studi Storici Chiantigiani di Radda in Chianti. Finita l’epoca goliardica della “Bruscellata”, la Pro Loco ha cercato di continuare ad offrire quello stesso “spirito” promovendo le varie “Fierucole della polvere”, “il Borgo incantato”, la manifestazione gastronomica “Di cinta…in cinta” in cui si possono degustare ed acquistare prodotti di cinta senese, e serate musicali. Anche se le suddette feste hanno una durata di un giorno o al massimo due, non è trascurata una certa cura dei particolari: collezionisti, artigiani, pittori, fiaccole per le vie, talvolta un piccolo stand gastronomico, e piccoli gruppi musicali animano il centro storico del paese e creano buone occasioni per stare insieme. Nel 2001 la Pro Loco, col patrocinio del Comune di Tavarnelle Val di Pesa, ha inaugurato il museo “Emilio Ferrari” di cultura contadina (per maggiori informazioni si veda la pagina relativa al M.E.F.), oggi divenuto anche Ufficio Informazioni Turistiche e postazione pubblica di Internet. La Pro Loco oggi è un organismo che cerca di potenziare i suoi mezzi sia per continuare la memoria di certi eventi folkloristici, sia per promuovere il territorio dove risiede valorizzandone la cultura, l’artigianato e le tradizioni gastronomiche. Confidiamo in un supporto concreto di idee e iniziative creative da parte di tutti coloro che vorranno far parte di questa associazione.